Che cos'è l'ispirazione?

In questa sezione di NuoviConTesti FORUM puoi inserire una domanda sulla tua scrittura, oppure sulla scrittura in generale. Ti risponderò direttamente qui nel forum. Scrivi per lavoro o sei amante delle parole scritte? Partecipa anche tu alla discussione con il tuo contributo.
Federica Segalini
Amministratore
Messaggi: 18
Iscritto il: 06/03/2020, 17:11
Contatta:

Re: Che cos'è l'ispirazione?

Messaggio da Federica Segalini »

Rita Fortunato ha inviato la sua riflessione, le sono grata. Eccola:

"Ciao, Federica,
che l'ispirazione esista è un dato di fatto così come è naturale trovarla nelle piccole cose, per questo mi sento molto in linea con l'idea che hai di essa.

Che cosa sia l'ispirazione dipende da persona a persona e la sua definizione è soggettiva.

Per quanto mi riguarda, nel mio modo di ragionare e di sentire l'ispirazione, tendo a mettere in secondo piano l'idea romantica di un qualcosa che discende dall'alto come un fulmine a ciel sereno per creare mondi fantastici e inenarrabili meraviglie o angoscianti paure.

Credo che l'ispirazione sia qualcosa di costantemente presente. Fa parte della quotidianità del pensiero e del suo modo di procedere tra osservazione, apprendimento e rielaborazione di dettagli di realtà che diamo per scontate non perché non importanti ma perché, nel contesto che compongono, ci sono sempre stati.

Quando qualcosa esiste e fa parte di noi e dell'altro ci si abitua alla sua presenza ma non si fa caso alla sua essenza e ai suoi movimenti.

Diciamo che l'ispirazione esiste ma il modo in cui vi si accosta ad essa tende a essere semplicistico quando, invece, chiede solo un po' di attenzione per darle la possibilità di esprimere tutte le complessità che la caratterizzano.

Facendo un esempio: è possibile cogliere l'ispirazione in ogni momento. A me è capitato di recente, in bicicletta, mentre osservavo il paesaggio.

Sul ciglio della strada, tra le parecchie specie di fiori comuni, ho visto un fiore blu. Non mi sono fermata ma, avendoli coltivati in giardino, l'ho identificato subito come un fiordaliso. Un piccolo, solitario fiordaliso. Un fiore comunissimo che però si vede sempre di meno, nelle campagne. Un po' perché è stato colto spesso un po' perché si è smesso di coltivarlo. Vederlo mi ha fatto piacere e ricordo il punto esatto in cui l'ho trovato e chissà, con la prossima primavera potrebbe rivelarsi in altri luoghi e tornare comune quando, per ora, sembra tanto raro. 😊"

Rispondi